MontesacroToday

Troppo malconce per rimanere aperte, ma nessuno interviene: così Porta di Roma da due anni è senza complanari

Le corsie laterali interdette al transito dall'aprile del 2017, i residenti: "Basta scaricabarili, viviamo enormi disagi"

Chiuse da due anni perchè troppo ammalorate per essere transitabili: così dall'aprile del 2017 Porta di Roma è rimasta senza le complanari di viale Carmelo Bene, quelle in entrambe le direzioni nel tratto tra via Celi e via Lionello

Le complanari di Porta di Roma chiuse da due anni

Transenne che sbarrano gli ingressi costringendo gli automobilisti, i tanti residenti e le migliaia di persone che orbitano intorno alla galleria commerciale, a fare il giro più lungo con il traffico a subire più di qualche disagio e le fermate dei bus spostate sulle corsie centrali o addirittura soppresse. 

A Porta di Roma, nonostante le rimostranze del quartiere, è così da due anni. Nulla si muove, nè migliora. L'ennesima questione di quel quadrante inghiottita nell'annoso contenzioso tra costruttori e Comune con il braccio di ferro sulle competenze a ricadere, ancora una volta, sui cittadini. 

Veemente la protesta. I cartelli sulle transenne recitano "Vergogna"; poi l'ironia di un uomo diventato scheletro che, si legge sui manifestini, "attendeva la riapertura delle complanari". 

La lettera di Porta di Roma alla Sindaca

Preludi al formale richiamo. L'ennesimo di un quartiere che di risposte ne ha ottenute davvero poche. 

"Con la chiusura complanari, avvenuta in data 12 aprile 2017 a causa del progressivo dissesto del manto stradale, è stata adottata una disciplina di traffico temporanea che nel tempo, ormai due anni dalla chiusura, ha generato enormi disagi nella percorribilità di una delle principali sedi viarie del quartiere Porta di Roma, esponendo a gravi e costanti pericoli gli utenti del tratto stradale interessato" - denuncia in una lettera alla Sindaca di Roma, Virginia Raggi, l'associazione Amici Parco delle Sabine sottolineando come l'interdizione al transito delle arterie laterali stia progressivamente deteriorando anche le corsie centrali. 

Tratti di strada "che - avvertono i cittadini - a breve verteranno nella medesima situazioni di quelle oggi chiuse, con disagi anche per il servizio pubblico ATAC che ha dovuto eliminare alcune delle fermate previste". 

Il quartiere reclama le strade: "No al solito scaricabarile"

Incidenti, slalom e sterzate repentine quanto denunciano da Porta di Roma al Campidoglio chiamato "a fare i fatti". 

"I cittadini di Porta di Roma vivono in una situazione di assoluto degrado causato dalla querelle che da troppi anni sta interessato l’Amministrazione Capitolina da una parte e le ditte costruttrici dall’altra, in ragione della Convenzione Urbanistica per la realizzazione del Programma Urbanistico Bufalotta. Il tutto a totale discapito dei residenti del quartiere, vessati da innumerevoli manchevolezze. A differenza di altri - scrivono da Parco delle Sabine a Raggi - non proceda con fantasiosi 'scaricabarile' tra i vari soggetti interessati". 

Le complanari sicure e fruibili quanto chiede Porta di Roma, imbrigliato nel labirinto delle competenze e dei contenziosi. 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Le migliori palestre con piscina a Monteverde

I più letti della settimana

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento