MontesacroToday

Casale Nei, dopo oltre un decennio attesa finita: tra 90 giorni la nuova piazza

Iniziati i lavori tra via Cesco Baseggio e via Ferruccio Amendola, qui sorgerà la Piazza Archeologica: arredi, alberi e un gazebo. Marchionne: "Ancora 3milioni da spendere per il quartiere"

Possono gioire gli abitanti di Casale Nei: tra 90 giorni infatti sarà completata la piazza che li tutti attendono da oltre un decennio

Una 'Piazza Archeologica' tra via Cesco Baseggio e via Ferruccio Amendola: una vera ‘centralità’ sociale in una delle zone di più recente urbanizzazione del Municipio III, era infatti il 2003 quando il quartiere nacque

Un progetto, quello della piazza, che risale dunque ad oltre un decennio fa con lungaggini burocratiche e ostacoli legati a ditte fallite e gare d'appalto da rifare che ne hanno posticipato la realizzazione. 

Negli scorsi giorni la buona notizia con l'avvio ufficiale dei lavori. "L'intervento prevede la completa realizzazione della Piazza Archeologica che sarà recintata e arredata. Durante le operazioni di completamento verrà demolito e ricostruito il muretto crollato tempo fa, inoltre - ha detto il Presidente del Municipio III, Paolo Marchionne, a RomaToday - saranno piantate nuove alberature e installato un gazebo al centro per fornire ai fruitori della piazza anche una parte coperta". 

Soddisfatto pure il Comitato di Quartiere che nel tempo ha fatto da pungolo ad Amministrazioni ed Uffici competenti. "Ci auguriamo - scrivono dal CdQ commentando la novità - che non si tratti dell’ennesimo spot elettorale, ma di un’accelerazione concreta e definitiva per un’opera che, allo stato dei fatti, ha avuto sin qui costi abnormi senza vedere mai fine". 

Novanta i giorni previsti per la realizzazione e questa - assicurano da Piazza Sempione - non sarà l'unica novità per Casale Nei. Ci sono infatti ancora 3 milioni di euro che i costruttori devono spendere per il completamento delle opere di urbanizzazione del quartiere: probabilmente l'idea del polo scolastico, visto il restringimento a causa del ritrovamento di reperti archeologici dell'area disponibile, verrà abbandonato per lasciar posto comunque ad un asilo nido.

Da regolarizzare e rimettere in sesto poi anche l'area ludica di via Amato, per una zona che - ad oltre un decennio dalla sua realizzazione - adesso spera in quelle ultime opere pagate, attese e dovute. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

Torna su
RomaToday è in caricamento