MontesacroToday

A Casal Boccone la curva delle carambole: il Municipio invoca dissuasori e guard rail

Per la strada ancora in carico al costruttore la commissione mobilità ha chiesto una variante al progetto: "La sicurezza prima di tutto"

"Sempre la stessa curva". E' un coro di voci unanime quello che arriva da Casal Boccone dove, domenica scorsa, a causa anche della pioggia battente e dunque dell'asfalto bagnato altre due auto sono finite fuori strada: una ribaltata nella collinetta verde oltre la carreggiata, l'altra direttamente sopra la pista ciclabile.

A Casal Boccone la curva delle carambole 

Un pericolo per pedoni e ciclisti. Da quelle parti basta infatti pigiare un po' di più l'acceleratore, oltre il limite stabilito a 30 km/h, per finire catapultati fuori strada come schegge impazzite. Tante le auto che nel corso degli anni sono finite su percorso ciclopedonale, recinzioni e terreni che corrono lungo quel tratto di via Casal Boccone. 

Una "anomala incidentalità" - aveva già segnalato Piazza Sempione in un tempo lontano. Pendenze dubbie, tombini in asse e un marciapiede che funge da trampolino di lancio: le concause rintracciate dai residenti, tra cui più di qualche professionista del settore. 

Eppure, dopo anni di proclami e annunci, oltre a porre il limite di 30 km/h (ignorato dai più) per quella "curva maledetta" nulla in concreto è stato fatto: tutto fermo, rimasto in stallo come la presa in carico della strada da parte del pubblico che, in quelle condizioni, se ne guarda bene. 

Per Casal Boccone chiesta variante al progetto

Questa mattina a Piazza Sempione la Commissione Mobilità proprio sul tema. "Quel che è certo è che li va fatto un lavoro completo e che renda quel tratto completamente sicuro" - il commento di Matteo Pietrosante (LeU), presidente della commissione mobilità del Municipio III. 

"Abbiamo avanzato delle richieste ad Impreme e per far si che possano andare a buon punto dobbiamo fare un atto politico, che credo verrà condiviso da tutti i commissari, per chiedere al PAU di dire alla ditta quel che c'è da fare" - ha aggiunto il consigliere Mario Bureca del Pd. 

A Casal Boccone come in Formula Uno: auto si ribalta sulla ciclabile

Guard rail e dissuasori di velocità

Tra le richieste: una protezione per la pista ciclopedonale, un guard rail compatibile con il contesto urbanistico oltre a dissuasori di velocità come le bande rumorose e il rilevatore di velocità. "Tutte cose ottenibili con costi contenuti. L'obiettivo - non ne nasconde l'ambiziosità Bureca - è quello di arrivare un giorno a far si che quell'area sia videosorvegliata dove chi corre venga sanzionato a sua tutela ma anche degli altri". 

"Chiederemo sicuramente una variante al progetto, la strada è ancora in carico ad IMPREME. Servono almeno bande rumorose e protezione su tutto il tragitto della ciclabile. Un mese fa, sempre in seguito ad un incidente, è stata distrutta anche la recinzione del parco. La sicurezza prima di tutto" - ha detto, Giordana Petrella (FdI), membro anch'essa della Commissione Mobilità. 

Revisioni che probabilmente faranno slittare ancora di un po' l'acquisizione da parte del Comune, ma poco importa: Casal Boccone reclama una strada sicura e percorribile. Non solo a 30 km/h
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento