MontesacroToday

La curva di Casal Boccone colpisce ancora: l'ennesima auto schizza sulla ciclabile

In via di Casal Boccone il non rispetto dei 30 km/h mette in pericolo pedoni e ciclisti

foto Facebook: Mariano B. Siamo di Talenti (Montesacro Alto)

Una strada dove il limite imposto è di 30 km/h ma che, nuova e larga, induce ad una guida a velocità più elevata: assai rischiosa però per automobilisti, ciclisti e pedoni a bordo carreggiata. 

La curva "maledetta" di Casal Boccone

Già perchè all'altezza del civico 100 in via di Casal Boccone c'è una vera e propria curva "maledetta" dove basta superare anche di poco il limite imposto per finire fuori strada: ribaltati su marciapiede e ciclabile, per chi è più spericolato addirittura sulle recinzioni della collinetta. 

Un tratto ad altissimo rischio se percorso sforando i limiti di velocità. Negli anni infatti tante le carambole e i ribaltamenti ai quali Casal Boccone ha dovuto assistere: tutte tragedie sfiorate con le auto a schizzare su ciclabile e marciapiede percorsi ogni giorno da decine di ciclisti e pedoni. 

Auto ribaltate su ciclabile e marciapiede

L'ultimo incidente proprio ieri sera, giovedì 5 luglio, quando un'auto, imboccata la curva, è finita fuori strada: nel pieno del percorso ciclopedonale sul quale, fortunatamente, nessuno in quel momento si trovava a passare. 

A Casal Boccone "Ennesima tragedia sfiorata"

"Ennesima autovettura appena uscita di strada e finita sulla pista ciclabile via di Casal Boccone 100. Sempre stessa curva. Pure stavolta non c' e' scappato il morto" - scrive sui social un cittadino immortalando la vettura piantata nelle recinzioni tra collinetta e ciclabile. 

Un tratto, quello della grande arteria del Municipio III, per il quale da tempo i residenti chiedono provvedimenti. Richieste vane: in via di Casal Boccone passa il tempo, si susseguono amministrazioni ed incidenti ma tutto resta invariato.

Casal Boccone: "Quella curva fa paura, intervenire prima della tragedia"

Il limite non rispettato dei 30 km/h

A nulla sono valse le pressioni del Municipio III sulla Impreme, la ditta costruttrice che ha ancora in carico la strada: niente è ancora stato fatto per arginare quella "anomala incidentalità" - così è scritto nelle carte di Piazza Sempione - che attanaglia il tratto all'altezza del civico 100. 

Unico deterrente il cartello del limite a 30 km/h, rispettato davvero da pochi. Così l'alta velocità unita a pendenze dubbie, tombini in asse e un marciapiede che funge da trampolino di lancio trasformano quella curva in "maledetta". Pericolosa per i conducenti delle auto, ancor di più per chi cammina o pedala a bordo strada con il rischio di essere travolto da un momento all'altro. 

Li pure l'agognato guard rail a protezione del marciapiede e della ciclabile, barriera utile tra la tangente esterna della curva, pedoni e ciclisti, è ancora un miraggio. 
 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Le migliori palestre con piscina a Monteverde

I più letti della settimana

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento