MontesacroToday

A Montesacro scontro su aree ludiche inclusive, grillini furiosi: "Il Pd le boccia"

La replica dei Dem: "Astensione per individuare con consulta disabilità aree e soluzioni migliori"

Scontro acceso tra M5s e Pd sulle aree ludiche inclusive da realizzare sul territorio del Montesacro. Un attrito che prende le mosse dall'astensione dei Democratici su un emendamento grillino volto a realizzare un parco giochi inclusivo per garantire a tutti l'accessibilità alle installazioni ludiche. Integrazione bocciata. 

Grillini furiosi: "Pd boccia aree ludiche inclusive"

"L'emendamento all'atto proposto dalla maggioranza poggiava sul lavoro svolto dalla Giunta che ho presieduto e che, mediante il bilancio partecipativo, aveva predisposto insieme ai cittadini una lista di interventi indicando come prioritari quelli necessari a garantire la sicurezza e l'accessibilità alle persone con disabilità. La Giunta da me guidata aveva stanziato quei soldi per la trasformazione delle aree giochi del nostro municipio in parchi inclusivi accessibili a tutti" - ha scritto in una nota l'ex presidente del Municipio III, Roberta Capoccioni, scagliandosi contro i colleghi del centrosinistra. 

"Il Pd ed i suoi alleati hanno una visione diversa: quella dell'esclusione del diverso e del debole. Ne prendiamo atto, ma questa volta ci hanno davvero lasciati senza parole". 

La replica del Pd: "Scelte da fare insieme a sociale e consulta H"

Repentina la replica della presidente della Commissione Ambiente in Municipio III, Simona Sortino, che rimprovera a Capoccioni di non aver fatto cenno del progetto avvato dai pentastellati nè nelle sedute della commissione, nè nei sopralluoghi nei parchi. 

"Il lavoro che è stato svolto riguarda la sistemazione delle aree ludiche esistenti e il ripristino di alcuni moduli. Ma andiamo ai fatti e non alle chiacchiere: il 3 ottobre, noi del Pd e della maggioranza, abbiamo avuto un incontro al Dipartimento perché - ha replicato Sortino - di parchi con i giochi inclusivi vogliamo farne più di uno e vogliamo lavorarci bene. Non vogliamo mettere una bandierina solo per dire che abbiamo fatto 'qualcosa di buono', ma vogliamo fare qualcosa che sia davvero funzionale per la cittadinanza". 

Già in programma alcune commissioni congiunte Ambiente, Politiche Sociali e Consulta H, quella della disabilità "per individuare insieme le aree da scegliere per più giochi inclusivi". 

"Ci siamo astenuti da questo emendamento - spiega ancora Sortino - solo per valutare con cura sia le aree da indicare nell'atto sia altre aree che è possibile si rivelino migliori. Il M5s municipale - ammonisce la Democratica - la smetta di usare i social per vendere fumo e cominci a crescere applicandosi nel merito e nella sostanza". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento